40 anni
Ansie

40 anni vanno festeggiati?

A 40 anni riprendo in mano questo vecchio progetto di blog mai portato avanti.
Non ho tempo, spesso non ho voglia, molte volte mi sembra stupido anche solo pensare di scrivere qualcosa.
Ieri però ho compiuto la cifra scritta in alto, fa impressione lo ammetto, ma in realtà non cambia molto la tua vita una volta arrivato qui.
Oggi per esempio mi sono alzato alla stessa ora, ho fatto colazione con la mia merdosissima merendina, ho bevuto il mio compagno di fede succo di frutta, ho portato mio figlio all’asilo e blah blah blah.
Non è cambiato un cazzo.
Certo, tutti continuano a darmi del 25enne quando esco di casa, ma il fatto di vestirmi ancora come uno skater anni 90 forse contribuisce a tutto ciò, infatti il mio vicino vedendomi senza cappellino ha cambiato quasi idea…
40 anni quindi vanno festeggiati?
Io dico di si.
Cioè capiamoci, fosse per me non festeggerei mai un cazzo, ma visto che ti ci costringono quasi non vedo perchè non farlo.
Quello che mi frega è l’ansia del sapere di avere 40 anni.
Ieri per esempio pensavo a quando ne ho compiuti 18 brindando Aperol con i miei amici.
Avete presente quella sensazione di nodo alla gola che ti soffoca? Ecco io ne sono uno specialista.
Amo dove sono, quello che sono un po’ meno.
Amo la mia famiglia.
Ma il non avere più quella spensieratezza, quella goliardia, quell’incoscienza fa male, e sfido chiunque a dire il contrario.
A volte vorrei solo rivivere per un minuto quei momenti, scambiare due parole con chi non le scambio più da anni, respirare gli anni 90 ancora una volta.
Lo skate, le passeggiate lunghe una vita per andare a comprare i dischi al Melody Maker di Legnano, le birre consumate sotto la galleria, il punk rock, le mie Airwalk,  i concerti sfatti.
Invecchiare è soprattutto malinconia.
Ed è difficile da battere anche se sei l’uomo più felice sulla faccia di sto mondo merdoso.
Ho abbattuto il primo vero muro, tutto bene ma potrebbe andare meglio.

Canzone di sottofondo consigliata : Clampdown – The Clash (1979)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *